9 Dicembre 2002 | Parola di Don

Parola di Don – Dicembre 2002

In questo periodo di avvento in Oratorio stiamo vivendo ogni lunedi sera l’adorazione. A questo momento partecipano soprattutto i giovani ed è per tutti noi un momento prezioso. E’ innanzitutto un momento nel quale impariamo a fare silenzio, a tenere chiusa la bocca, a non fare rumore, quel rumore nel quale viviamo ogni giorno che […]

In questo periodo di avvento in Oratorio stiamo vivendo ogni lunedi sera l’adorazione. A questo momento partecipano soprattutto i giovani ed è per tutti noi un momento prezioso. E’ innanzitutto un momento nel quale impariamo a fare silenzio, a tenere chiusa la bocca, a non fare rumore, quel rumore nel quale viviamo ogni giorno che ci fa accorgere solo di chi si impone con forza ed irruenza, che non ci lascia il tempo dell’ascolto ma solo quello di sentire… Impariamo a fare silenzio perchè nel silenzio Dio si rivela, nel silenzio si può stare con Dio si può entrare in punta di piedi nel mistero della libertà di Dio che incontra la mia. La tradizione biblica indica il monte come il posto dell’incontro con Dio, per parlare con Lui bisogna salire sul monte cioè uscire dal trambusto quotidiano perchè Egli non è un oggetto di cui possiamo disporre nello scorrere dei nostri giorni a piacimento, ma è una libertà, anzi la libertà che si rivela, che ti incontra se tu la attendi, se tu la aspetti e nutri questa attesa. Ecco, quel breve momento del lunedi sera di avvento e di quaresima vorrebbe essere un pò un salire sul monte insieme, ma ognuno con le proprie gambe, ognuno solo con se stesso per incontrare Dio. Ognuno può ascoltare Dio, ognuno può parlare con Dio, ognuno può semplicemente restare e fermarsi con Dio sentendosi autorizzato a stare nella sua casa, a rimanere lì come una rondine che si sente autorizzata a fare lì il suo nido, a restare nella casa del suo signore. Con L’augurio che tutti nella vita possano prima o poi incontrarsi con Dio sul monte……..

Don Massimo